Posts Tagged Under: valdarno

Co-Housing: REALTA’ auspicabile o mera UTOPIA?

Questa mattina ho avuto il piacere di essere presente ad una interessante conferenza tenutasi presso la Sala  Consiliare del Comune di Terranuova Bracciolini alla quale hanno presenziato oltre a tutti i SindaCHI [cit. Ortone e il mondo dei Chi] della valle anche moltissimi architetti e assistenti sociali.

1-.cenni_pg_03

La Conferenza si intitolava: “Innovazione Sociale e Politiche dell’Abitare” e tra i relatori una varietà di specialisti ci hanno deliziato con i loro studi e considerazioni ma chi mi ha davvero fatto riflettere e appasionare è stato il professor Rossi-Prodi, architetto docente presso l’Università di Architettura di Firenze, che ha realizzato un progetto rivoluzionario in Via Cenni a Milano.

2c-enni_pg_04


Intorno allo stile VINTAGE

Vintage, parola spesso utilizzata a sproposito… #VINTAGE  si riferisce a ciò che risale ad almeno 20 anni prima del momento in cui viene utilizzato, che si tratti di moda, di automobili o di design. Non si riferisce ad oggetti che sembrano vecchi, usurati, usati e soprattutto non si riferisce ad oggetto di seconda mano per forza consunti. Vintage si riferisce inoltre preferibilmente ad oggetti che sono diventati un CULT e non a del legno di riuso consumato.

Se dobbiamo attenerci alla definizione, dire “Stile Vintage” non significa proprio niente perchè parlando al ribasso almeno il 90% DEGLI STILI SIGNIFICATIVI NELLA STORIA DELL’INTERIOR DESIGN risale ad almeno 20 anni fa.

Ho notato invece che la parola “vintage” sta andando molto di moda, e viene per l’appunto utilizzata per battezzare arredi NUOVI DI ZECCA che si


Uno studio Fisioterapico molto particolare

Settembre: il mese degli acciacchi! Cosa di più in tema dell’arredamento interno di uno studio fisioterapico da sottoporvi?

Di certo non vi sarà capitato spesso di vedere uno studio di un operatore sanitario come questo che invece si trova proprio a San Giovanni Valdarno!

Quali sono i tre elementi principali utilizzati?

#SUGHERO (per i pavimenti) !!!pavimento-sughero-cork-flooring-web

#NATURA (il tema della carta da parati)forest-theme-web

#PANNELLI SCORREVOLI (è quasi magia)

sliding-doors

Ovviamente l’attenzione all’ecosostenibilità è massima: non esiste al mondo un pavimento DAVVERO ECO-FRIENDLY eccetto il sughero!


PRIMAVERA: decluttering time!

E’ primavera, tempo di decluttering! Pulizie, ordine, e per “rispolverare” un vecchio e  amato proverbio direi che mai come in questo mese ha un senso la frase: OGNI COSA AL SUO POSTO, UN POSTO PER OGNI COSA!

I ripostigli, le dispense, gli sgabuzzini sono ambienti utilissimi che negli anni sono andati scomparendo, non per motivi di funzionalità ma per motivi di SPAZIO. Le nostre abitazioni sono ogni giorno più piccole e i poveri architetti (senza ironia alcuna) spesso non ce la fanno ad inserire anche dei vani accessori tanto utili come questi nelle abitazioni che progettano.

ripostiglio-dispensa-rachele-biancalani.studio-architettura-interior-design-valdarno-1

Vi dico per esperienza che non dovete fare a meno di questi ambienti e non solo, seppur piccoli dovete attrezzarli


10 ACCOZZAMENTI ARREDATIVI DA EVITARE

00-arredamentoeco-titolo-480

10 ACCOZZAMENTI ARREDATIVI – quale miglior nome per un post scherzoso (mica tanto) sui peggiori (secondo me) abbinamenti in arredamento?

Voglio fare un piccolo elenco puntuale e sintetico di quelle che sono le cose che IN GENERALE più odio in questo settore. Attendo commenti a fiumi.

1-Viviamo in Toscana e non c’è cosa più odiosa di trovare IL #COTTO OVUNQUE. Del cotto in modo particolare odio il suo colore: IL ROSSO MATTONE… si abbina con difficoltà agli altri colori. Non fraintendetemi, il cotto sta bene con lo stile tradizionale toscano, col rustico e poco di più quindi se volete la mia opinione (e se mi state leggendo probabilmente la volete), se comprate casa ed è già impiantita col cotto o la arredate in stile tradizionale toscano


FAI LA SCELTA GIUSTA

Quali sono i 5 ERRORI DA EVITARE quando si fa una scelta? Forse avrei dovuto chiamare così questo articolo. Ovviamente mi riferisco a scelte inerenti il design, l’architettura, l’interior design lungi da me avanzare pretese da life coach… mi limito ad essere la vostra “Design-coach”!

rachele-biancalani-architettura-design-sangiovanni-valdarno-arredamentoeco

Mi capita spesso, troppo spesso, di vedere persone che amano il design ma hanno molte difficoltà quando si tratta di fare delle scelte per casa propria. Sicuramente in questi casi sarebbe opportuno rivolgersi ad un professionista che abbia una certa esperienza in questo campo (e una grande dose di sensibilità e di gusto) ma se proprio non lo si vuole fare ecco 5 comportamenti DA EVITARE il più possibileper rendervi la vita più facile… E


Design Ecosostenibile

rachele-biancalani-studio-design-architettura-bobina-mix-copyright-2014

ECO – parola abusata, violentata, deturpata. Tutto è diventato #ECO… anche le sigarette! Ma a noi interessa il design e dunque cosa dire? Intanto inizierei dalla deifinizione di #ECOSOSTENIBILITA’. E’ Ecosostenibile qualcosa che ha il MINOR IMPATTO AMBIENTALE POSSIBILE ovvero che impiega (spreca) meno risorse possibile per essere prodotto, trasportato, venduto; che sciupa il meno possibile la natura o le risorse, che è facilmente convertibile DAVVERO in un prodotto di risulta che non vada ad aumentare l’inquinamento globale terreste e spaziale.

rachele-biancalani-studio-design-architettura-bobina-bo-sospensione-copyright-2014

Capirete quindi, dopo aver letto tante chiacchiere, quanto sia difficile essere DAVVERO ECOSOSTENIBILI. Allora vi dico un’altra cosa: l’ecosostenibilità non è una moda, è uno stile di vita. E’ amore per ciò che ci circonda,


MOSAICO: per sempre bello!

Parliamo del #MOSAICO, paramento murario usato fin dall’antichità non ha mai perso il suo splendore. Oggi ne esistono di infinite forme e varietà e ovviamente di moltissimi materiali diversi.

Dal #GRES PORCELLANATO al classico MOSAICO #VITREO questo rivestimento ha un fascino sempre particolare.

Ecco alcuni esempi di utilizzi in edilizia residenziale privata a #Roma e nel #Valdarno, per l’esattezza a San Giovanni Valdarno.

Il bagno di LEI ha dei toni sabbia rosati e il mosaico ha minuscole pietruzze sbozzate a mano.

copyright-rachele-biancalani-studio-architettura-design-gianicolo-rome-mosaico-bathroom

Il bagno di lui, più serio ha delle fasce di mosaico alternate a delle comunissime piastrelle. Sembrano quasi delle “cravatte” in parete.

copyright-rachele-biancalani-studio-gianicolo-bagno-2

Quest’ultima immagine invece riguarda una nicchia della doccia interamente rivestita con mosaico vitreo.


Basta con la ruggine!

La bellezza della RUGGINE, il fascino delle cose sciupate dal tempo (o sciupate dall’uomo per fingere che) abbiano un passato, un trascorso , una vita ricca di chissà quali storie.

Ecco che le riviste di arredamento, le vetrine dei negozi e gli showroom si riempiono di arredi e complementi in legno invecchiato, sciupato, piallato, dipinto e sverniciato, di ruggine, ossidi e di patine anticanti.

Copyright-All-Rights-reserved-Rachele-Biancalani-Studio-Architettura-Interior-Design-DETTAGLIO-CAPPA-FERRO-Corten-Valdarno

In ogni caso tutti sanno che i veri architetti utilizzano il #CORTEN. 😛 (Per chi non lo sapesse il Corten è un acciaio che si arrugginisce molto velocemente formando una patina di ruggine appunto, che lo protegge)

Si vede ovunque ormai, dalle sculture ai rivestimenti in architettura, dalle opere ingegneristiche ai complementi di arredo per interni ed


CAMERETTA: letto singolo o una piazza e mezzo?

Vi avevo detto che il discorso “camerette” non poteva esaurirsi con un solo post ed eccone subito un altro. Molto spesso sento genitori o futuri genitori (o addirittura genitori potenziali anche molto lontani dal diventare genitori) che per le camerette dei propri figli esigono UN LETTO AD UNA PIAZZA E MEZZO o addirittura UN LETTO MATRIMONIALE.

Ecco cosa rispondo io: PER FAVORE NO, per almeno tre buoni motivi…

Copyright-Rachele-Biancalani-Studio-CAMERETTA-prima_dopo-500

 

1) Le camerette dei ragazzi sono spesso troppo piccole ed un letto sproporzionato (ovvero troppo grande) serve solo a RUBARE SPAZIO PREZIOSO ALLA ZONA GIOCO

2) Se i piccoli proprietari della stanza hanno degli ospiti che si trattengono a dormire è molto meglio prevedere un SECONDO LETTO DA UTILIZZARE solo ALL’OCCORRENZA

3) Le stanze devono essere tagliate e PROGETTATE SECONDO LE ESIGENZE